Molto si dice sul Grande Reset e sul Nuovo Ordine Mondiale, ma pochissimo di quello che viene detto e scritto corrisponde a verità, e nulla di quello che viene detto e scritto è utile a risolvere il problema, cioè a salvarsi da fare la fine del topo. Questo perché la maggior parte di quelli che ne parlano non sanno nulla a riguardo (ciarlatani sedicenti esperti o spacciati come tali) e perché quelli che sanno, le voci retenute autorevoli, cioè che godono di credibilità da parte della massa, non dicono nulla di preciso, cioè non forniscono le informazioni complete e in modo comprensibile da tutti.

Il Grande Reset è un piano coordinato dall’Organizzazione delle Nazioni Unite, attraverso il quale si punta a ripristinare gli equilibri fra produttività e consumi, equilibri di fondamentale importanza alle vita dell’uomo, il che significa che il Grande Reset non è un piano contro l’umanità, come sostengono in molti, ignoranti sull’argomento, ma a favore dell’umanità.

Vogliono eliminare la menzogna dal mondo, e l’unico modo per riuscirci, è eliminare quelli che credono in menzogne, che sono quelli che, chi in un modo chi in un altro, chi più chi meno, contribuiscono a diffondere la menzogna, come educatori (genitori) e attraverso i social network.

Viviamo in un manicomio a cielo aperto, in un mondo che funziona al contrario di come dovrebbe, e se nessuno facesse nulla, arriveremo al collasso globale, ci auto-annienteremo. Il Grande Reset è un piano che serve a impedire il collasso globale, a impedire l’implosione delle società, del mondo, quindi la fine dell’umanità.