Distinguersi per non estinguersi

Si è parlato tanto della divisione causata dalle ideologie mask/no-mask e vax/no-vax, una divisione che causato rotture, anche definitive, fra molte persone, anche a livello familiare, ma c’è un’altra divisione ancora più importante, che è quella di cui pochissimo si parla e che è la più importante, l’unica che conta, perché è quella che separa la popolazione mondiale in due gruppi, che sono i liberi e gli schiavi.

E’ una separazione spiegata molto bene dai dati sulla distribuzione della ricchezza, che dicono che il 10% della popolazione mondiale possiede circa il 90% della ricchezza totale della Terra, mentre tutti gli altri, il 90%, devono accontentarsi del misero 10% della ricchezza, cioè delle briciole. I primi sono i liberi, i secondi sono gli schiavi.

I soldi non fanno la felicità. E’ vero, perché la felicità è una condizione psico-emotiva conseguente a una serie di fattori, alcuni sui quali non possiamo fare granché, ma concedono di vivere liberamente, e siccome la libertà è una condizione essenziale alla felicità, allora bisogna puntare a essere liberi, il che significa che bisogna puntare a fare soldi, molti soldi.

Quindi la domanda che bisogna chiedersi è “cosa ha permesso ai primi di raggiungere così tanto benessere, cosa permette a queste persone, che sono sempre meno, di accumulare sempre più ricchezze?”. La risposta a questa domanda non ha prezzo, perché vale una vita, ed è una risposta che non può essere divulgata pubblicamente, però questo è, in breve…

Il mondo funziona in base a un meccanismo ben preciso, il Sistema, che la maggior parte delle persone non conoscono, motivo per cui, con il passare degli anni, perdono sempre di più e vanno a stare sempre peggio. Al contrario, quelli che lo conoscono, accumulano sempre più ricchezze e vanno a stare sempre meglio e questi sono i liberi.

Il Sistema è il mondo e il mondo è il Sistema.

La gente, che sono il 90% della popolazione mondiale, non conosce il Sistema, il che significa che il mondo è popolato per lo più da persone che non sanno come funziona il mondo.

Imparare il Sistema, fino al punto di diventarne esperti, è la soluzione a moltissimi dei problemi che affliggono la gente, quali l’eccessiva tassazione (pressione fiscale), il fallimento delle piccole e medie imprese (aziende zombie), la perdita di sempre più diritti, e tutto quello che causa malessere di massa in generale.

Sono l’unico esperto di Sistema italiano, che è disposto a insegnarlo ad altri, che non sono già parte dell’élite.

Se come molti ti sei reso conto che tutto quello che è successo dall’inizio del 2020 è l’inizio della fine per moltissime persone, allora ci hai visto giusto. Infatti, c’è un piano che punta a eliminare le masse, cioè tutti quelli che, per motivi di scarso contributo alla crescita e allo sviluppo sociale, sono considerati una zavorra al progresso dell’umanità, una zavorra che vogliono eliminare, per ripristinare gli equilibri fra produttività e consumi, che sono equilibri di fondamentale importanza al progresso, appunto.

Il tuo obiettivo, se vuoi evitare di fare la fine del topo, dovrebbe essere quello di allontanarti il più possibile da tutti coloro che si bevono tutte le storielle raccontate dai governi attraverso i vari canali d’informazione (rete Internet compresa), perché sono proprio loro quelli che vogliono eliminare.

“Distinguersi per non estinguersi”

Distinguersi non significa non indossare la mascherina, non farsi vaccinare e partecipare alle varie manifestazioni organizzate dai vari gruppi, significa entrare a far parte del “club dei liberi”, cioè dell’élite milionaria e benestante. Ci puoi riuscire solo imparando il Sistema, anzi diventando un esperto di Sistema, perché solo così potrai accumulare tanta ricchezza quanto ne serve per uscire dal far parte della massa.

Molto più facile a dirsi che da farsi, perché per imparare il Sistema, che significa imparare le verità su cui è basato il meccanismo del mondo (e quindi della vita dell’uomo), bisogna riconoscere che abbiamo creduto in menzogne per tutta la vita, il che è qualcosa che riescono a fare in pochi, perché rimettere in discussione il nostro credo, significa rimettere in discussione noi stessi. Pochi sono quelli capaci di rimettere in discussione loro stessi.

Se quindi è vero che sono poche le persone che possono salvarsi dal piano di cui sopra, che è il Grande Reset, è anche vero che più persone si dedicheranno a conoscere le verità sul mondo e imparare a sfruttare il Sistema, più probabilità avranno tutti coloro che si impegneranno in tal senso, di salvarsi, e più persone potranno salvarsi. Questo perché insieme ci si fa forza e si possono incrementare le chance di farcela, laddove da soli falliremmo.

L’uomo è un’entità che crea il suo successo collaborando con altri, suoi simili, non un individuo che può farcela da solo. Il motivo per cui c’è tanta propaganda sull’individualismo e sul concentrarsi su quello che uno può fare da solo, è perché vogliono la gente debole, sempre più debole, perché alla debolezza della gente corrisponde la forza dei pochi.

Imparare il Sistema per diventare dei benestanti, unendosi ad altri con lo stesso obiettivo e con la stessa ambizione, è la chiave di salvezza dal Grande Reset e la chiave per il successo, cioè per tornare ad essere padroni delle nostre vite e prosperare sotto l’insegna della libertà.

Tutto il resto di quello che dicono in molti ciarlatani che si spacciano come esperti e portatori di verità, è demagogia, cioè menzogna che crea l’illusione nelle menti dei poveretti destinati a fare la fine del topo (perdita di tutti i diritti e schiavitù eterna).

  • Categoria dell'articolo:Varie